È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30/12/2013 il D.L. 30/12/2013, n. 150, il cosiddetto decreto Milleproroghe per il 2014.
Con decreto Milleproroghe si intende (nel gergo politico-giornalistico italiano) un decreto legge del Consiglio dei Ministri volto a prorogare o risolvere disposizioni urgenti entro la fine dell'anno.
Questo strumento, nato come misura eccezionale, è stato riproposto più volte in Italia, ed anche per lo scorso anno è emersa la necessità di predisporlo, salvo la relativa conversione in legge che potrà avvenire al massimo entro 60 giorni dall'emanazione.

Anche quest'anno, quindi, il governo pensa alle proroghe in extremis con il D.L. n. 150/2013 che, tra i tanti temi in scadenza, interviene anche su "Adeguamento antincendio delle strutture ricettive" e sulla "Messa in sicurezza degli edifici scolastici".

Viene, infatti, ulteriormente prorogato al 31/12/2014 il termine per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto esistenti alla data del 11/05/1994 (data di entrata in vigore del D.M. 09/04/1994) che siano in possesso dei requisiti per l’ammissione al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio approvato con il D.M. 16/03/2012 .

Messa in sicurezza edifici scolastici

Inoltre, ai fini dell’attuazione degli interventi di "messa in sicurezza, ristrutturazione e manutenzione straordinaria degli edifici scolastici" (previsti dall’art. 18 del D.L. 69/2013, convertito in legge dalla L. 98/2013), è prorogato al 30/06/2014 il termine oltre il quale il mancato affidamento dei lavori comporterà la revoca dei finanziamenti, per le sole Regioni nelle quali gli effetti della graduatoria sono stati sospesi da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria.

APE e conformità catastale

Oltre a queste due tematiche sono state inserite alcune norme in merito alle Cessioni di immobili: non sono più necessarie le dichiarazioni di conformità catastali e l’attestato di prestazione energetica (APE) all'atto di cessione dell’immobile.
Queste documentazioni potranno essere prodotte anche successivamente, e ciò sta facendo aumentare di dubbi e incertezze l'intero mercato edilizio, stante la solita indeterminatezza delle indicazioni dei vari Decreti-legge degli ultimi tempi.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?