Il Ministro Stefania Giannini ha firmato il decreto che dà attuazione a quanto disposto dall’ultima legge di Stabilità. Via libera, quindi, all’assunzione di 215 ricercatori negli Enti pubblici di ricerca vigilati dal Miur.
Lo stanziamento previsto per il reclutamento straordinario è di 8 milioni di euro per il 2016 e di 9,5 milioni a decorrere dal 2017.

"Il decreto - ha spiegato Giannini - fa seguito a quello per il reclutamento straordinario di 861 ricercatori universitari firmato la scorsa settimana. Attraverso la legge di Stabilità stiamo ricominciando ad investire in Università e Ricerca: sono in tutto 1.076 le posizioni da ricercatore in più che attiviamo incentivando l’ingresso di giovani studiosi nel nostro sistema della ricerca. Si tratta di un primo passo necessario e nuovo in un Paese che non prevedeva un reclutamento simile da molti anni".

Con queste parole forse il ministro voleva sottolineare con giubilo l'azione di un Governo che fa finta di non sapere che (come evidenziato dall'Istat) sarebbero circa 12 mila – e potrebbero diventare anche 30 mila, entro il 2020 – i dottori italiani che riescono ad avere fondi per la ricerca soltanto fuori dai confini nazionali.
Quindi avremo ancora tanti giovani di talento che dovranno espatriare all'estero per poter ottenere il riconoscimento dei propri meriti, con un grave danno per tutta la nazione.

E intanto, Governo e Parlamento tengono banco con le leggi sulle unioni civili, diritti alle coppie omosessuali e adozioni strane: solo calcolo politico e tentativi per avere più voti alle prossime elezioni.
E il tutto viene apostrofato (per noi che siamo ignoranti) da alcuni cosiddetti ...politici, che "il Governo non può pensare solo all'economia, alla crescita. Ha il dovere morale di pensare anche alla crescita morale di questo Paese."
Se questa è crescita morale, mi sa che gli italiani parlano un'altra lingua.

Arch. Lorenzo Margiotta

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?