Crollo colposo a BarlettaOmicidio colposo plurimo, disastro colposo e lesioni: queste le accuse con le quali quattro persone sono state arrestate dalla procura di Trani per il crollo della palazzina a Barletta in cui due mesi fa persero la vita quattro operaie di un maglificio e la figlia dei titolari dell'attività artigianale di 14 anni.
Il progettista e direttore dei lavori è stato interdetto dall’esercizio della professione.
Ai tecnici comunali indagati per il crollo è stato invece notificato un invito a rendere interrogatorio davanti al Gip per l’eventuale applicazione di provvedimenti interdittivi: sono accusati a vario titolo di condotte omissive quando erano state segnalate avvisaglie di cedimento.

"Il crollo poteva essere evitato, ha spiegato il procuratore capo di Trani, Carlo Maria Capristo, le cause della tragedia non possono essere attribuite solo a imperizia o imprudenza. L’episodio ricade nell'ambito della colpa cosciente, con comportamenti spregiudicati da parte dei responsabili. nel disinteresse di chi doveva controllare".

“La svolta nelle indagini sul crollo della palazzina di Barletta rappresenta una prima importantissima risposta a quella domanda di verità e giustizia che, con straordinaria civiltà, l’intera comunità barlettana ha espresso in tutte queste settimane”.
Così il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola ha commentato la notizia relativa agli arresti domiciliari nell’ambito delle indagini sul crollo della palazzina che a Barletta il 3 ottobre scorso provocò la morte di cinque persone.
“Per le Istituzioni dello Stato - ha continuato Vendola - si tratta di rispettare un impegno che troppe altre volte nel passato, è stato disatteso. Dopo il lutto e i solenni funerali seguono solenni promesse e poi, di concreto, molto poco.
Colpire chiunque abbia livelli di responsabilità nella strage delle operaie di Barletta, è l’inizio di un percorso di giustizia”.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?