L’Istituto Nazionale di Architettura (IN/ARCH) valuta con interesse la scelta operata dal MIUR di utilizzare lo strumento del Concorso di Architettura per avviare la realizzazione di 52 nuove sedi scolastiche nel nostro paese, perché conferma la volontà, sempre sostenuta dall’IN/ARCH, di garantire la qualità architettonica negli interventi di trasformazione urbana, attraverso procedure concorsuali aperte, trasparenti e condivise, con l’obiettivo di realizzare architetture di qualità, conformi e innovative.

Tuttavia il Concorso di Idee, come strumento scelto dal Ministero ai sensi del nuovo Codice degli Appalti, pur consentendo ai partecipanti di esprimere liberamente nuove proposte progettuali nei diversi ambiti regionali, non conduce direttamente alla realizzazione dell’opera, in quanto gli Enti Locali interessati non sono obbligati ad affidare i successivi livelli di progettazione ai vincitori del Concorso, con la possibilità di avere nuove sedi scolastiche sostanzialmente diverse da quelle espresse nei progetti vincitori, limitandone la qualità del risultato alla sola fase preliminare.

Adolfo Guzzini, presidente dell’Istituto afferma: "L’IN/ARCH ha sempre sostenuto la necessità e l’importanza di ricorrere, soprattutto per le opere pubbliche, allo strumento del Concorso di Progettazione, il solo in grado di dare concretezza realizzativa al confronto competitivo e di garantire la qualità. Sarebbe stato un segnale molto importante se, in una occasione così importante come la realizzazione di 52 nuovi edifici scolastici, si fosse operata questa scelta."

Tuttavia, nel ribadire comunque l’importanza dell’iniziativa, l’IN/ARCH ritiene che sia fondamentale, da parte del Ministero, conclusa la fase concorsuale nazionale, sostenere e accompagnare gli Enti Locali interessati, nell’affidamento ai vincitori delle fasi progettuali successive, non mettendo solo a disposizione i progetti vincitori, ma sostanzialmente avviando azioni e iniziative volte all’obiettivo della realizzazione dell’opera conformemente ai risultati, per cogliere pienamente l’opportunità dei Concorsi delle scuole innovative come reale possibilità di trasformazione dei luoghi attraverso l’architettura.

L’IN/ARCH intende nei prossimi mesi avviare un intenso lavoro di monitoraggio e di sensibilizzazione delle amministrazioni locali coinvolte nel Concorso per garantire un esito reale e concreto a questa iniziativa.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?