La congiuntura economica degli ultimi mesi presenta elementi di ripresa debole che lasciano prevedere il persistere di problemi di liquidità per le imprese.
Parallelamente al sostegno delle imprese in difficoltà, è altrettanto importante sostenere le aziende che hanno superato la fase più acuta della crisi e sono nelle condizioni di riprendere il percorso di sviluppo, agganciando la ripresa.

Credito alle piccole e medie impreseGrazie a una stretta collaborazione tra governo, banche e imprese per sostenere l’economia nazionale, la settimana scora è stato firmato dal Ministro dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti Corrado Passera, dal Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze Vittorio Grilli, dai rappresentanti dell’ABI e delle Associazioni d’impresa il nuovo Accordo per il credito alle piccole e medie Imprese (PMI).

L’obiettivo dell’accordo è quello di “assicurare la disponibilità di adeguate risorse finanziarie per le imprese che pur registrando tensioni presentano comunque prospettive economiche positive”. Di qui l’azione per “creare le condizioni per il superamento delle attuali situazioni di criticità ed una maggiore facilità nel traghettare le imprese verso un’auspicata inversione del ciclo economico”.

L’accordo nasce grazie ad una stretta collaborazione tra governo, banche ed imprese, con l’obiettivo di sostenere l'economia nazionale, e prevede varie tipologie di interventi finanziari, come:
- operazioni di sospensione dei pagamenti;
- operazioni di allungamento dei finanziamenti;
- operazioni volte a promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività.

Le richieste per l'attivazione degli strumenti descritti nell'accordo dovranno essere presentate dalle imprese entro il 31 dicembre 2012.

L'accordo segue quello del 3 agosto 2009 e quello del 16 febbraio 2011; la moratoria, a partire dal primo accordo, ha consentito di sospendere circa 260.000 mutui alle PMI, con oltre 15 miliardi di liquidità rimasta nelle imprese. Un recente studio della Banca d'Italia ha mostrato che le aziende che hanno sospeso le rate hanno poi migliorato la loro capacità di rimborso dei debiti.
All'interno del documento sono esplicitate le modalità degli interventi e i requisiti per accedervi.

Alessandra Agrimoni
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?