Le coperture a verde e il verde pensile non hanno solo, come apparentemente puo’ sembrare, un ruolo estetico e di miglioramento dell’inserimento paesaggistico dell’edificio, ma possono svolgere importanti funzioni di utilità diretta, con importanti ricadute economiche quantificabili da non sottovalutare.

Corso professionale Verde PensileSono un valido strumento per raggiungere obiettivi di compensazione, mitigazione e miglioramento ambientale, anche su scala territoriale. In Italia, con un po’ di ritardo rispetto agli altri paesi Europei, e soprattutto al Nord, è andato aumentando l’interesse e l’utilizzo di queste tecnologie verdi a partire dalla fine degli anni ’90; per fortuna, in questi ultimi anni, si sta sviluppando l’interesse anche al Sud proprio perché altamente riconosciuti sono i vantaggi che tali tecnologie apportano sull’ecosistema urbano.

Nell’ambiente costruito, verde pensile significa anche riqualificazione edilizia e riqualificazione urbana.
Alcuni vantaggi ambientali e di miglioramento della qualità della vita dovuti all’uso del verde in copertura o del verde pensile:
- miglioramento del microclima;
- notevole mitigazione degli stress termici;
- assorbimento dell’energia cinetica del vento;
- nuovi spazi fruibili per l’uomo;
- nuovi habitat per piante ed animali, favoriscono la biodiversità;
- ritenzione idrica, anche del 70-90%, e conseguente alleggerimento del carico sulla rete di canalizzazione delle acque bianche, quindi, regimazione delle acque meteoriche e riduzione di aree pavimentate;
- protezione dal rumore;
- filtraggio delle polveri;
- compensazione ambientale in zone ad alto indice di urbanizzazione e di inquinamento;
- schermatura dalle onde elettromagnetiche dell’alta frequenza della telefonia mobile.

L’associazione ABITARE bio ha subito compreso la grande utilità ed i vantaggi che può apportare il verde pensile in città come le nostre, fortemente antropizzate che mirano solo a cementificare le poche aree a verde rimaste e ad invadere anche le aree verdi collinari, creando possibili dissesti geologici, oppure in aree territoriali a forte inquinamento ambientale.

E’ nata quindi la Scuola del Verde Pensile di ABITARE bio che mira a diffondere queste tecnologie verdi e a formare professionisti in questo settore.
La Scuola del Verde Pensile di ABITARE bio di Messina, l’Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Messina e la Harpo Verde Pensile di Trieste, organizzano a Messina il primo corso professionale sul verde pensile.
Il corso è rivolto a tecnici e progettisti interessati ad approfondire le tecniche di progettazione e di realizzazione di tetti verdi e del verde pensile.

Messina 13 gennaio-10 febbraio 2012
www.abitarebio.org
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?