Il nuovo Codice degli Appalti – composto da oltre 130.000 parole che comprendono 770.000 caratteri, spazi esclusi - disciplina i contratti di appalto e di concessione delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori aventi ad oggetto l'acquisizione di servizi, forniture, lavori e opere, nonché i concorsi pubblici di progettazione.

Maria Agostina Cabiddu, Pierluigi Mantini con il Pres. Assoedilizia Achille Colombo Clerici

Tra le altre voci, il nuovo Codice contempla appalti di lavori, di importo superiore ad 1 milione di euro, sovvenzionati direttamente in misura superiore al 50 per cento da amministrazioni aggiudicatrici.

Se ne parla domani ore 10-13 al convegno “Il diritto dei contratti pubblici. Stato dell’arte e prospettive a quasi due anni dall’entrata in vigore del dlgs n. 50/2016” organizzato da Inps, SNA-Società Nazionale dell’Amministrazione, con il patrocinio di Agam al Politecnico di Milano, Aula Auditorium, via G. Pascoli 53.

Il saluto istituzionale è di Maria Agostina Cabiddu, Politecnico di Milano.

Interventi

Gli interventi sono di:
- Michele Corradino Anac;
- Antonella Fabiano Comune di Milano;
- Pierluigi Mantini Politecnico di Milano;
- Elena Quadri Tar Lombardia;
- Luciano Zanelli Arca Lombardia.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?