Il decreto legislativo recante il nuovo Codice dei Contratti Pubblici, contiene una serie di disposizioni che costituiscono, nell'insieme, il complesso della disciplina di riferimento per l'affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria e gli altri servizi tecnici, riservati ai professionisti.

Saranno in vigore dal prossimo 7 aprile le due delibere attuative del Codice Appalti - riviste in funzione del Correttivo Appalti, cioè le Linee Guida dell'Autorità nazionale Anticorruzione (ANAC) n.1 recante: «Indirizzi generali sull'affidamento dei servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria» e n.4 recante: «Procedure per l'affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici».

Le suddette Delibere erano già state pubblicate sul sito dell'ANAC, ma ora sono ufficiali con la pubblicazione definitiva in Gazzetta Ufficiale.

Linee Guida n. 4

Sono pubblicate in Gazzetta Ufficiale n.69 del 23 marzo, ed entrano in vigore il prossimo 7 aprile, le Linee Guida n. 4 dell'Autorità nazionale Anticorruzione (ANAC), attuative del nuovo Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici.
Si tratta di un aggiornamento delle modalità di svolgimento delle gare al di sotto della soglie di rilevanza comunitaria, perché procedure diverse da quelle ordinarie.

Per l'affidamento e l'esecuzione di lavori, servizi e forniture, è ribadito l’obbligo del rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, pubblicità, rotazione.
Grande attenzione è stata posta proprio al principio della "rotazione":
- Per favorire il corretto uso della rotazione, i regolamenti interni delle Amministrazioni possono prevedere fasce, suddivise per valore, sulle quali applicare la rotazione degli operatori economici.
- Il rispetto del principio di rotazione espressamente fa sì che l'affidamento o il reinvito al contraente uscente abbia carattere eccezionale e richieda un onere motivazionale più stringente.
- L'affidamento diretto o il reinvito all'operatore economico invitato in occasione del precedente affidamento, e non affidatario, deve essere motivato.

Linee Guida n. 1

Sono pubblicate in Gazzetta Ufficiale n.69 del 23 marzo anche le Linee Guida n. 1 dell'Autorità nazionale Anticorruzione (ANAC), attuative del nuovo Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), per i servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria.
Le Linee Guida n.1 dell'ANAC hanno lo scopo di razionalizzare una serie di disposizioni sparse nel Codice che costituiscono la disciplina di riferimento per l’affidamento di tali servizi.

Tra le caratteristiche principali del documento:
• l'ampliamento dei servizi di architettura e ingegneria, che ora comprendono anche l’incarico di direzione dell’esecuzione;
• la definizione dei requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa per la partecipazione alle gare di progettazione;
• la valutazione dei concorrenti secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa;
• la valorizzazione dei servizi di geologia e della figura del geologo;
• la regolamentazione per l'affidamento congiunto della progettazione e dell’esecuzione dei lavori.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?