Il GSE, Gestore Servizi Energetici, come Ente preposto per seguire e monitorare il Conto Termico (DM 28/12/2012), ha pubblicato la prima relazione che fornisce informazioni sui risultati della fase di avvio del meccanismo incentivante (giugno 2013 – dicembre 2014), analizzando le richieste di concessione degli incentivi inviate al GSE e ammesse all’incentivo con contratto attivato entro il 31 dicembre 2014.

Il meccanismo incentivante introdotto dal D.M. 28.12.2012, comunemente chiamato Conto Termico, ha avviato un nuovo regime di sostegno per gli interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti e per gli interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza conclusi a partire dal 2013, data di entrata in vigore del Decreto.

Le richieste di incentivi sono state 9822, di cui 7720 richieste valutate di Accesso diretto, 7.599 da parte di soggetti privati e 121 da parte di Amministrazioni Pubbliche.

In particolare, la relazione sul funzionamento del Conto Termico illustra gli interventi realizzati e i relativi incentivi riconosciuti, anche disaggregati per ubicazione territoriale (livello nazionale, macrogeografico e regionale), nonché le stime dell’energia termica da fonte rinnovabile prodotta, dell’energia primaria fossile non consumata e delle emissioni a effetto serra evitate.

Gli interventi più frequenti sono relativi al Solare termico e ai Generatori a biomasse che costituiscono, insieme, più del 93% degli interventi realizzati, relativi a richieste con contratto attivato. Tra le destinazioni d’uso prevalgono quelle residenziali.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?