Estate con il turbo per le gare di progettazione: nel bimestre di luglio-agosto le gare sono state 711 (di cui 128 sopra soglia) per un importo di 131,8 milioni di euro: rispetto ai mesi di luglio-agosto 2016: +32,2% in numero e +77,4% in valore.

Positivo è anche il confronto delle gare bandite nel solo mese di agosto con lo stesso mese del 2016: si registra un aumento del 24,0% nel numero e del 24,6% nel valore.
Nettamente positivo è anche l’andamento delle gare di progettazione pubblicate nei primi otto mesi del 2017 che sono state 2.310, per un valore di 406,9 milioni di euro: in questo caso il confronto con i primi otto mesi del 2016 segna una crescita del 36,6% in numero e del 108,9% in valore.

“Dopo l’ottimo risultato di giugno, luglio e agosto confermano il trend e chiudono il trimestre estivo nel migliore dei modi – ha dichiarato Gabriele Scicolone, Presidente OICE – La crescita del mercato ha riguardato tutti i servizi di ingegneria e architettura, ma desta soddisfazione in particolare la crescita dei servizi di sola progettazione.
Importante è poi l’adeguamento delle linee guida ANAC, che sarebbe stato meglio fossero state dichiarate vincolanti, non soltanto alla luce delle positive novità del decreto correttivo ma anche delle problematiche che sono emerse in questi ultimi tempi in tema di verifica delle offerte anomale e di attribuzione dei punteggi.
Notiamo infatti – ha continuato il Presidente OICE – che i ribassi medi registrati in questi anni sono aumentati fino a quasi il 42% e questo anche in presenza di un aumento del numero delle gare e quindi delle opportunità di lavoro che avrebbero invece dovuto portare a politiche meno aggressive sul mercato.”

Tornando all’osservatorio, per il mercato di tutti i servizi di ingegneria le gare rilevate nel bimestre estivo sono state 1.099 con un importo complessivo di 236,2 milioni di euro, rispetto ai mesi di luglio e agosto 2016 si rileva un aumento del 18,2% in numero e dell’83,9% in valore; nel mese di agosto le gare sono state 512 con un valore di 105,3 milioni di euro, rispetto ad agosto 2016 il numero dei bandi cresce del 13,0% e il loro valore del 15,2%.

Sempre molto alti i ribassi con cui le gare vengono aggiudicate. In base ai dati raccolti fino alla fine di agosto il ribasso medio sul prezzo a base d’asta per le gare indette nel 2015 è al 40,0%, le notizie che riguardano le gare pubblicate nel 2016 ci danno un ribasso che arriva al 41,8%.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?