Il ministero dell'Economia e delle Finanze ha informato che nel mese di giugno si è realizzato un avanzo del settore statale pari, in via provvisoria, a circa 14.100 milioni, che si confronta con i 5.587 milioni del mese di giugno 2012.

Il miglioramento del mese di giugno 2013, pari a circa otto miliardi rispetto allo stesso mese dello scorso anno, è il risultato, sottolinea il Mef, di un contenimento delle spese delle Amministrazioni centrali e di un aumento delle entrate fiscali. Il gettito fiscale del primo semestre è in linea con il raggiungimento degli obiettivi programmatici per il 2013.

Per quanto concerne l'andamento delle spese, il miglioramento è in parte dovuto allo slittamento di alcuni pagamenti al mese successivo. I rimborsi fiscali hanno registrato una diminuzione di 400 milioni rispetto a giugno 2012, ma nel primo semestre mostrano complessivamente un aumento di 2.200 milioni rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

L'aumento dei rimborsi è dovuto agli effetti del decreto sui debiti commerciali delle Amministrazioni Pubbliche che prevede la possibilità del pagamento anche tramite rimborsi fiscali. Tra le entrate fiscali del mese si segnala un aumento degli introiti per autotassazione.

fonte: Adnkronos

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?