Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale ha acclarato che non vi sono norme primarie che prescrivano che il DURC per la partecipazione alle gare di appalto debba riferirsi alla specifica gara di appalto.

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) non necessariamente, quindi, deve riferirsi alla specifica gara. Durante il suo periodo di validità (trimestrale), il documento può essere impiegato per più appalti.

Tra l'altro, nell'ordinanza N. 01465/2013 del Consiglio di Stato, è chiaramente esplicitato che "le disposizioni, contenute nelle circolari INAIL (n.7/2008), Ministero del lavoro (n.35/2010) e INPS (n.145/2010) "non appaiono rilevanti, non potendo essere considerate rilevanti le circolari che risultino contra legem".

Le suddette circolari, infatti, precludevano la possibilità di utilizzare uno stesso DURC con validità trimestrale per gare differenti.
Ora però tutto cambia? Vedremo se i suddetti Enti si adegueranno.

Alessandra Agrimoni

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?