Comuni rinnovabili 2008Raddoppiano in un anno i municipi italiani che puntano sull’energia pulita.
Ad aver investito su solare fotovoltaico e termico, eolico, geotermia, biomasse, piccoli impianti idroelettrici sono oggi 3190 Comuni, 1928 in più rispetto al 2007, nel cui territorio è installato almeno un impianto.

Per il terzo anno consecutivo Legambiente ha promosso un'indagine sulla diffusione delle rinnovabili nei municipi italiani.

Il Rapporto annuale evidenzia il ruolo da protagonista dei piccoli Comuni e segnala esperienze interessanti sia a nord che a sud. Sul totale dei Comuni rinnovabili, sono infatti 1664 quelli con meno di 5000 abitanti.

Capofila dei Comuni 100% rinnovabili (ossia dove il consumo di energia viene soddisfatto interamente da fonti rinnovabili) è Dobbiaco che grazie al teleriscaldamento da un impianto a Biomasse riesce a coprire completamente il proprio fabbisogno termico (oltre a quello del Comune di San Candido) e con gli impianti fotovoltaici e miniidroelettrici quello elettrico.

Ma le rinnovabili sono già un’alternativa concreta al fabbisogno energetico in 188 Comuni, dove il riscaldamento, l’acqua calda per usi sanitari, l’elettricità vengono prodotti interamente da fonti pulite. 172 sono quelli autosufficienti nella produzione di energia elettrica, grazie al solo contributo di eolico e mini idroelettrico; 16 quelli che riescono a soddisfare completamente il fabbisogno termico delle famiglie grazie al teleriscaldamento da rinnovabile.

I Comuni del Solare sono 3188 ed in forte crescita rispetto al rilevamento effettuato lo scorso anno.
Ancora una volta sono i Piccoli Comuni ad evidenziare la maggior diffusione.
Per il solare termico è il Comune di Selva Val Gardena ad avere il miglior risultato nel proprio territorio con 2400 mq di pannelli solari termici e una media di 955 mq ogni 1.000 abitanti.

I dati del Rapporto registrano un autentico boom soprattutto per quanto riguarda il solare fotovoltaico dove nell’arco di un solo anno sono stati installati oltre 90 MW di pannelli.

E per il solare fotovoltaico il primato va a Prato allo Stelvio, che con oltre 1.111 kW installati riesce a soddisfare oltre il 76% del fabbisogno elettrico dei residenti. La maggior diffusione di pannelli solari nell’edilizia comunale è invece stata raggiunta da grandi Comuni. Catania è in testa per il solare termico installato sugli edifici pubblici, con oltre 1400 mq.

I Comuni dell’eolico sono 157. Tra questi, 128 producono più energia di quanta ne consumano e sono quindi già teoricamente autonomi.
Mentre la produzione elettrica per gli impianti geotermici resta localizzata principalmente tra le Province di Siena, Grosseto e Pisa, in 28 comuni con una potenza installata pari a 792 MW.

Quindi una sostanziale situazione che punta all'ottimismo, ma in realtà Occorre semplificare le procedure per l’approvazione e la realizzazione degli impianti.

Ogni Regione, infatti, ha ancora un proprio quadro normativo diverso e variegato.

Arch. Lorenzo Margiotta
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?