Il Colorificio San Marco SPA, in collaborazione con il Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori per il coordinamento della gestione tecnica,  ha bandito il concorso di idee SAN MARCO AWARD 2012.

Colore architettura e ambienteL'intento è quello di promuovere, ricercare e valorizzare il tema del COLORE in rapporto all'architettura e all'ambiente.

Per anni, infatti, l'architettura è stata spesso legata ad una monocromia stantia: grandi volumi bianchi o calcestruzzo grezzo diffuso, acciaio lucidissimo o vetro specchiante.
Con il colore, invece, si scopre identità e una nuova forma di estetica strutturale, specialmente quando l’uso di colori tiene conto dell’ambiente naturale e costruito.

La partecipazione al concorso è palese e avviene con procedura telematica.
Il concorso è aperto ad architetti che possono partecipare con progetti, realizzati o non, anche derivanti dalla partecipazione ad altri concorsi.
Il concorso è anche aperto al mondo dell’università: neo-laureati con le proprie tesi di laurea o master, docenti universitari che presentano esiti di corsi, workshop e master.

Ai fini dell’iscrizione sono individuate quattro sezioni:
Sezione A1 - Il colore e la città contemporanea – Architetti
Sezione B1 - Il colore e la Storia - Architetti
Sezione A2 - Il colore e la città contemporanea - Università
Sezione B2 - Il colore e la Storia – Università

Termine per l'invio telematico dei progetti: 30 gennaio  2013 - http://www.sanmarcoaward.com

IL COLORE E LA CITTÀ CONTEMPORANEA

Obiettivo: dimostrare come interventi cromatici possano risolvere problemi architettonici senza interventi radicali e sempre nel rispetto della sostenibilità ambientale.

Saranno selezionati progetti in cui l’uso del colore è stato utilizzato per rigenerare e rivitalizzare parti di città, edifici degradati, fabbriche e impianti dismessi, piazze e luoghi pubblici, recuperando il senso di socialità, identità dei luoghi e una relazione più umana tra gli spazi edificati e la città.

IL COLORE E LA STORIA

Il Premio ha la finalità di selezionare restauri di singole architetture, private o pubbliche, nelle quali il colore ha restituito alle facciate un adeguato valore storico artistico.

Saranno selezionati interventi di restauro o risanamento di edifici, anche non vincolati dalla Soprintendenza (ma di evidente valore monumentale, storico, culturale o ambientale), nei quali il progetto cromatico sia parte integrante di una metodologia di intervento architettonico di qualità.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?