L’Istituto Nazionale di Architettura esprime grande apprezzamento per la nomina alla presidenza della Triennale di Milano di Claudio De Albertis, presidente della Sezione IN/ARCH Lombardia e già vice-presidente nazionale dell’Istituto.
L’IN/ARCH è nato nel 1959, grazie all’intuizione del suo fondatore Bruno Zevi, con l’obiettivo di costruire un dialogo tra il mondo dei progettisti ed il mondo imprenditoriale per la promozione della cultura architettonica.

Claudio De Albertis presidente della Triennale"Claudio De Albertis ha sempre dimostrato grande sensibilità ed attenzione per i temi dell’Architettura – ha dichiarato Adolfo Guzzini, l’imprenditore marchigiano Presidente Nazionale dell’IN/ARCH – e la sua nomina alla presidenza di un’istituzione culturale così importante e prestigiosa come la Triennale di Milano è un segnale estremamente significativo per rilanciare un serio rapporto tra economia e cultura incentrato sulla trasparenza.
Per questo non comprendo le polemiche di questi giorni che rischiano di riproporre una visione miope ed inattuale sul ruolo delle istituzione culturali.
Sono convinto, infatti, che un sia pur raffinato discorso fra architetti, designer, storici e critici è destinato a incidere poco sulla realtà in assenza delle altre componenti di quel complesso gioco delle parti che rende talvolta possibile il raro, quasi miracoloso verificarsi dell’Architettura”.

“La presidenza della Triennale di Claudio De Albertis – ha proseguito Ambrogio Prezioso – costruttore e vice presidente nazionale dell’IN/ARCH – porterà un grande contributo al confronto ed alla collaborazione tra mondo delle costruzioni e cultura architettonica, indispensabile per un reale miglioramento delle nostre città.”

Secondo l’architetto Francesco Orofino – anch’egli vice presidente nazionale dell’IN/ARCH – chi costruisce ha bisogno di una progettualità forte e creativa; chi progetta ha bisogno di una industria delle costruzioni competitiva ed illuminata. In tal senso l’aver affidato a De Albertis la presidenza della Triennale contribuirà a costruire una diversa alleanza tra committenti, progettisti e imprenditori, che è l'unica in grado di garantire qualità alla produzione architettonica nel nostro Paese.
“Proprio questa prospettiva, d’altra parte, è la principale ragione costitutiva dell’IN/ARCH. A questo impegno dell’Istituto De Albertis offre da anni un prezioso e qualificato contributo di idee e di impegno e sono sicuro che con lo stesso spirito saprà interpretare la sua responsabilità alla guida della Triennale.”

IN/ARCH
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?