Classificazione sismica del territorio puglieseDefinita una prima e temporanea classificazione sismica del territorio pugliese, in attesa della successiva rielaborazione all’indomani del perfezionamento della nuova mappa nazionale del rischio sismico.

E’ quanto stabilito nella deliberazione di Giunta regionale, n. 153 del 2 marzo 2004, che tra l’altro ha individuato le tipologie di edifici e di opere infrastrutturali di grande rilevanza ai fini della protezione civile e a rischio di grande affollamento durante gli eventi sismici.

Per queste tipologie di edifici e di opere infrastrutturali, sono state approvate le indicazioni sulle verifiche tecniche a cui assoggettarli ed il programma temporale della loro effettuazione.
Le indicazioni prevedono tre diversi livelli di verifica: il primo, livello 0, finalizzato all’acquisizione di dati sommari sull’opera a carattere statistico , è applicabile a tutte le tipologie di edifici ed opere infrastrutturali rilevanti per le finalità di protezione civile; i successivi, livello 1 e 2, realizzati in funzione della regolarità della struttura oggetto di verifica, sono rivolti alle categorie di opere ad elevata priorità.

L’avvio e l’attuazione della fase di impostazione del programma temporale delle verifiche tecniche sarà curata dai dirigenti delle Strutture Tecniche periferiche regionali, con il coordinamento del dirigente del Settore Lavori pubblici.

La successiva fase transitoria sarà curata dagli stessi dirigenti delle Strutture Tecniche periferiche regionali, di concerto con il dirigente del Settore Demanio e Patrimonio e con il coordinamento del dirigente del Settore Lavori pubblici, d’intesa con il dirigente del Settore Protezione civile.

In questa fase, i dirigenti delle Strutture Tecniche periferiche regionali provvederanno anche alle attività di coordinamento, collaborazione e assistenza tecnica ai diversi enti locali e soggetti interessati per i territori di rispettiva competenza.

Il provvedimento è stato emanato in attuazione della legge regionale n. 20 del 30 novembre 2000 e dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274 del 20 marzo 2003.

La deliberazione e i relativi allegati, pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 33 del 18 marzo 2004, sono consultabili sul sito:www.regione.puglia.it
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?