Con la Circolare n. 37/E, di fine dicembre, l'Agenzia delle Entrate ha risposto ai vari quesiti posti dalle associazioni di categoria, dopo che il meccanismo di inversione contabile nell'ambito del settore edile (c.d. reverse charge) ha suscitato numerose incertezze a tanti contribuenti.

Il reverse charge IVA nel settore edile, ha spiegato l'Ag. delle Entrate, mira a contrastare le frodi in particolari settori a rischio: è il destinatario della cessione o della prestazione, se soggetto passivo, ad assolvere l'Iva al posto del cedente o del prestatore, in deroga alla procedura normale di applicazione dell'Iva.

Data la complessità dei contratti di appalto, comprensivi di una pluralità di prestazioni di servizi, la circolare delle Entrate si è soffermata sul trattamento da riservare a vari interventi edilizi, specificando che l’Agenzia farà salvi quei comportamenti difformi adottati dai contribuenti anteriormente all’emanazione del documento di prassi (con la sola eccezione di quelli commessi nell’ambito di una frode fiscale).

I punti principali della circolare 37/E/2015

1. Trattamento da riservare a taluni interventi edilizi inquadrabili nell’ambito della categoria delle "manutenzioni straordinarie"
2. Demolizione e realizzazione di una nuova costruzione
3. Distinzione tra fornitura con posa in opera e prestazione di servizi
4. Parcheggi interrati e parcheggi collocati su lastrico solare dell’edificio
5. Attività di derattizzazione, spurgo e rimozione neve
6. Installazione di impianti posizionati in parte internamente ed in parte esternamente all’edificio
7. Attività di manutenzione e riparazione di impianti
8. Impianti fotovoltaici
9. Installazione e manutenzione degli impianti antincendio
10. Sostituzione delle componenti di un impianto
11. Installazione di impianti funzionali allo svolgimento di un’attività industriale e non al funzionamento dell’edificio
12. Prestazioni rese da soggetti terzi
13. Reverse charge e beni significativi
14. Diritti fissi di chiamata e interventi di manutenzione con canone di abbonamento
15. Trattamento da riservare all’allacciamento e all’attivazione dei servizi di erogazione di gas, energia elettrica e acqua
16. Rapporto tra operazioni non imponibili e meccanismo del reverse charge
17. Clausola di salvaguardia

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?