La Banca centrale europea (BCE) ha tagliato il tasso d'interesse principale, passando dallo 0,75% allo 0,50% stabilendo un altro record minimo che potrebbe produrre una corrispondente contrazione del costo del denaro nel nostro Paese.

Se la riduzione del Tasso ufficiale di sconto allo 0,5% sarà recepita anche a livello bancario italiano, le imprese e le famiglie italiane potranno avere vantaggi diversi.

Secondo il presidente della Bce, Mario Draghi, questo record dovrebbe sostenere la ripresa.
Eurotower, ha sttolineato Draghi, ha preso varie misure per fornire liquidità e per rilanciare i prestiti al settore privato.
In particolare la Bce ha avviato una fase di consultazioni con altre istituzioni per sostenere il mercato dei titoli garantiti da prestiti emessi dalle banche, in un'operazione tesa a facilitare i prestiti a famiglie e imprese.

Draghi ha anche ricordato che gli spread e gli squilibri nell'esposizione dei Paesi sotto stress, inclusa Spagna e Italia, sono in calo e segnalano un ritorno di fiducia anche grazie alle misure della Bce.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?