Giovedì 11 marzo 2010 dalle 18 alle 20  presso la Saletta Lab della Triennale di Milano, in Viale Alemagna n. 6 si svolgerà il quinto incontro del ciclo "Natura & Architettura", gli sviluppi dell'integrazione fra verde e ambiente costruito, organizzato da Promoverde e Nemeton Magazine, nell'ambito della mostra Green Life.

Biopiscine e nature urbane"Da qualche anno si stanno diffondendo anche in Italia le realizzazioni di piscine e laghetti biologici, per molti anni utilizzati esclusivamente nei Paesi nordici. Una piscina biologica è innanzitutto un modo nuovo e antico allo stesso tempo di immergersi nella natura, di diventarne parte. In essa la depurazione dell'acqua non avviene ad opera di sostanze chimiche, che non sono in alcun modo presenti, ma grazie a principi esclusivamente naturali. L'acqua risulta così morbida sulla pelle, leggera, persino profumata".
L'incontro è introdotto e coordinato da Maurizio Vegini, tecnico che realizza biopiscine da anni con kwon how di derivazione tedesca e olandese.

L'ultimo appuntamento della rassegna si intitola "Nature urbane: giardini verticali e muri vegetali", curato da Anna Lambertini e Daniele Romare.
"Nelle città che cambiano, la presenza diffusa di spazi aperti e di vegetazione, l’uso consapevole delle risorse naturali, la gestione creativa dei luoghi pubblici, così come l’attenzione ai temi della memoria culturale e dell’identità estetica dei paesaggi dell’ordinario e della dimensione quotidiana, diventano fattori indispensabili per indurre mutamenti positivi e per promuovere modelli di vita urbana sostenibili. In questo panorama si inseriscono le nuove tecnologie in grado di realizzare giardini verticali, sviluppando una tradizione che usa la tecnologia per aumentare la qualità di vita".

Anna Lambertini, architetto, è dottore di ricerca in Progettazione Paesistica. Dal 1994 svolge attività didattica e di ricerca presso il Dipartimento di Urbanistica e di pianificazione del Territorio dell’Università di Firenze. Attualmente docente il Master in Paesaggistica di II livello di Firenze. Tra le pubblicazioni: "Vertical Gardens" (2007). Daniele Romare ha introdotto in italia il lavoro di Patrik Blank, si occupa dello sviluppo e distribuzione di prodotti di design e di progettazione di sistemi di verde innovativi.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?