E' questo il bilancio che emerge dall’ultimo rapporto WWF "Cemento coast-to coast: 25 anni di natura cancellata dalle più pregiate coste italiane", realizzato confrontando le immagini satellitari scattate da Google Earth con la situazione presente circa 25 anni fa.

Cemento e costruzioni di vario genere soffocano ora quasi il 10% dei circa 8.000 km di costa italiana, con Sicilia, Sardegna e Costa Adriatica costrette a pagare il prezzo più alto. Quest’ultima vanta inoltre il triste primato di un litorale sottoposto a edificazione per oltre il 70% della propria estensione.

Sono centinaia le attività umane che hanno finito per intaccare la bellezza delle coste italiane, frutto soprattutto della costruzione di strutture ricettive (hotel, villaggi vacanze, residence ecc.), di darsene, dighe e barriere di vario tipo, porti e centri commerciali.

Dalle foto pubblicate nel rapporto WWF emergono soprattutto le situazioni compromesse, dal 1988 ad oggi, per quanto riguarda le aree di Baia di Sistiana (Friuli), gravata dalla realizzazione di una cava, come anche della Darsena di Castellamare di Stabia (Campania), assoggettata alla costruzione di un maxi villaggio turistico.

Urbanizzazione che ha poi colpito in maniera evidente la foce del Sangro (Abruzzo) mentre la foce del Basento (Basilicata) è stata oggetto della realizzazione dell’ampliamento del porto turistico e di un nuovo villaggio turistico.

La lunga mano dell’uomo non ha risparmiato nemmeno aree protette di interesse nazionale, considerato che ben 78 SIC (Siti di Importanza Comunitaria) o ZPS (Zona di Protezione Speciale) hanno visto interventi umani a modificarne i tratti (120 attività accertate tra villaggi turistici, darsene e altre costruzioni cementizie).

Ormai servono scelte obbligate di ripristini, gestione integrata, rinaturalizzazione e uso sostenibile del territorio.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?