È stata pubblicata la gara a procedura aperta per l’affidamento del servizio di Progettazione di fattibilità tecnica ed economica, definitiva ed esecutiva e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, per la realizzazione del nuovo Ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno.

La Regione Campania, attraverso So.Re.Sa. Spa in qualità di stazione appaltante ausiliare, ha pubblicato il bando per la progettazione del nuovo complesso ospedaliero che avrà le caratteristiche di un policlinico universitario, e che offrirà servizi di un DEA di secondo livello con una potenzialità di circa 716 posti letto.

Il nuovo ospedale prenderà il posto dell’attuale “plesso Ruggi”. Si tratta di una procedura aperta secondo quanto previsto dall’articolo 60 del nuovo Codice degli appalti con un valore € 13.377.648,49 (Iva Esclusa), e potranno parteciparvi professionisti del settore, da soli o in associazione temporanea, che rientrino nei requisiti previsti dalla normativa vigente.

La nuova struttura vuole essere all’avanguardia per le soluzioni tecnologiche adottate, per la qualità e la facilità di risposta alle future evoluzioni della medicina e delle tecnologie biomediche, senza perdere di vista confort, efficienza e umanizzazione. Si punta quindi alla realizzazione di un ospedale 4.0 in cui ricerca e cura vivono perfettamente in simbiosi.

Le offerte dovranno essere presentate entro le ore 12.00 di mercoledì 21 novembre 2018. L’intervento è previsto nel Patto per la Campania ed è finanziato con il Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014/2020 e il Programma operativo complementare Regione Campania 2014/2020, sottoscritto tra il Ministero per la Coesione territoriale e la presidenza della Regione Campania.

Il Presidente Vincenzo De Luca ha dichiarato: “Il nuovo ospedale di Salerno è un’opera decisiva considerando che l’attuale struttura per i propri limiti è destinata alla chiusura. Si tratta di una scelta coraggiosa. Trovare complessivamente risorse per 400 milioni di euro per questa realizzazione è stato davvero un miracolo. Seguiremo con attenzione tutti i passaggi amministrativi fino alla realizzazione dell’opera, che diventa parte essenziale della rete ospedaliera regionale insieme all’Ospedale del Mare e al Policlinico di Caserta.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?