I Comuni e le Province, cui è stata conferita la delega per i pareri paesaggistici, possono già gestire -dal 1° gennaio scorso- le pratiche pesagisstiche interamente online attraverso la sezione dedicata, cui si accede dall’indirizzo www.sit.puglia.it.

Autorizzazioni paesaggistiche con procedura telematicaGià dalla fine del 2010, in coerenza con il Codice dell’Amministrazione Digitale che promuove l’utilizzo delle tecnologie informatiche e l’adozione di standard comuni e azioni coordinate con gli Enti Locali, la Regione Puglia aveva stabilito che la trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate dal 1° gennaio 2011 dagli enti delegati dovesse avvenire in maniera telematica, attraverso il Sistema Informativo Territoriale regionale.

Poi, l’Assessorato alla Qualità del Territorio della Regione aveva proposto l’adozione della procedura alla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggio e alle Soprintendenze per i Beni Architettonici e Paesaggistici.

Dal luglio 2012 è stato quindi avviato un periodo di sperimentazione che ha dato esiti positivi, tanto da sottoscrivere (già il 15 novembre 2012) un primo resoconto delle attività svolte e dei risultati raggiunti nell’ambito della sperimentazione.

Si è preso atto dell’esistenza delle condizioni perché dal 1° gennaio 2013 si potesse estendere la modalità di trasmissione telematica già prevista per le autorizzazioni paesaggistiche di competenza della Regione ai sensi del PUTT/P, anche alle autorizzazioni di competenza statale previste dal Codice.

Gli enti delegati all’esercizio delle funzioni paesaggistiche (Comuni, Unioni di comuni, Province, Regione), all’atto della trasmissione delle autorizzazioni paesaggistiche rilasciate, dovranno quindi immettere nel sistema oltre agli estremi dell’autorizzazione (data del rilascio, proponente, annotazione sintetica dell’oggetto), la localizzazione dell’intervento e la copia digitale dell’atto di autorizzazione rilasciato e del parere reso dalla competente soprintendenza; facoltativamente potranno immettere gli altri pareri espressi nell'ambito della procedura (es. parere della commissione locale del paesaggio) e gli elaborati progettuali.

Inoltre la Regione, in coerenza con il D.Lgs. 150/2009 che promuove l’efficienza e la trasparenza per le Pubbliche Amministrazioni, ha stabilito che, dal 1° marzo 2013, gli enti dovranno trasmettere telematicamente, attraverso il Sistema Informativo Territoriale, la documentazione richiesta ai fini del rilascio della delega da parte della Giunta Regionale all’esercizio delle funzioni paesaggistiche: nomina del responsabile del procedimento per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche, provvedimenti di istituzione e nomina delle Commissioni locali per il paesaggio, regolamento delle Commissioni, curricula dei componenti.

Rita Gritto
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?