Le soluzioni per la gestione dell’energia e l’illuminazione guideranno il settore, mentre i sistemi per il riscaldamento, la ventilazione e l’aria condizionata continueranno a ricoprire un ruolo importante

Automazione degli EdificiIl mercato europeo dei sistemi per l’automazione degli edifici si sta riprendendo dal crollo verificatosi nel 2009 a seguito della recessione. I requisiti per il risparmio energetico e il supporto legislativo provenienti dalle direttive comunitarie stanno fornendo un’ottima spinta alla crescita. Nonostante il forte recupero però, il mercato deve ancora stabilizzarsi.

Una nuova analisi di Frost & Sullivan (http://www.buildingtechnologies.frost.com), intitolata “European Building Automation Systems Market”, ha rilevato che il mercato ha prodotto entrate per 1,769.5 milioni di dollari nel 2010 e stima che questa cifra raggiungerà quota 2,123.6 milioni di dollari nel 2017. La ricerca coinvolge le seguenti funzioni degli edifici: riscaldamento, ventilazione e aria condizionata, servizi igienici, gestione dell’energia e illuminazione, misure anti-incendio e salvavita, sicurezza e allarmi, sistemi strutturali.

“L’efficienza energetica è il principale fattore trainante del mercato dei sistemi per l’automazione degli edifici - osserva Neetha Jayanth, analista di Frost & Sullivan -. La gestione dell’energia è il segmento funzionale che favorirà la crescita di questo mercato, specialmente in seguito all’implementazione di direttive comunitarie quali EPBD (Energy Performance of Buildings Directive).”

Alla luce del rendimento positivo nel 2010, si prevede che le soluzioni di gestione dell’energia e l’illuminazione guideranno il mercato dei sistemi per l’automazione degli edifici, mentre i principali sistemi di automazione per il riscaldamento, la ventilazione e l’aria condizionata continueranno a ricoprire un ruolo importante.

Tra gli utenti finali, gli uffici continueranno ad essere il segmento chiave, sebbene gli edifici pubblici e i centri per l’istruzione si stiano rapidamente affermando come importanti segmenti di crescita.
L’elevato investimento richiesto per l’installazione di sistemi di automazione per gli edifici ne ha ridotto la diffusione, specialmente per quanto riguarda gli edifici esistenti. Nonostante il rapporto tra edifici nuovi ed esistenti si stia gradualmente equilibrando, la domanda è ancora sbilanciata, considerando il maggior numero di edifici esistenti rispetto alle nuove costruzioni.

Il peso di questo investimento si è avvertito maggiormente durante la recessione, quando la spesa pubblica e privata per i sistemi di automazione è diminuita. Si prevede che l’inerzia della recessione ridurrà il tasso di crescita annuale composto.

L’adozione di sistemi aperti e la prospettiva del risparmio sulla spesa energetica saranno fattori importanti per superare lo scoglio dei costi. Accrescere l’interesse tramite sistemi efficienti che possano offrire un ritorno sull’investimento nel breve periodo, specialmente alla luce dell’aumento del costo dell’energia, è la strategia vincente.

Per maggiori informazioni su questo studio, si prega di contattare Chiara Carella, Corporate Communications di Frost & Sullivan, all’indirizzo chiara.carella@frost.com

L’analisi “European Building Automation Systems Market” fa parte del programma Building Management Technologies Growth Partnership Services, che comprende anche ricerche nei seguenti mercati: “European Home Automation Markets (2010)” e “Building Automation Systems: The Future Role of Open Protocols in Europe”.

Chiara Carella
Grosvenor Gardens, London SW1W 0DH
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?