Dopo le grandi mostre dedicate al Novecento e al Liberty, nel 2017 Forlì dedicherà una grande esposizione all’Art Decò italiana, lo stile che ha caratterizzato la produzione artistica nazionale ed europea negli anni Venti.

Il percorso espositivo proporrà la rilettura di una serie di avvenimenti storico-culturali e di fenomeni artistici che hanno attraversato l’Italia e l’Europa nel periodo compreso tra il primo dopoguerra e la crisi del 1929, con una vasta produzione di opere architettoniche, scultorie e pittoriche e, soprattutto, di arti decorative.

Il fenomeno Decò attraversò con forza dirompente il decennio 1919-1929 con arredi, ceramiche, vetri, metalli lavorati, stucchi, bronzi, gioielli, argenti, abiti, impersonando il vigore dell’alta produzione artigianale e industriale e contribuendo alla nascita del design e del made in Italy.

La mostra porrà in primo piano la grande pittura e scultura, con richiami puntuali (trattandosi di un gusto e di uno stile di vita) al cinema, alla moda, al teatro, alla letteratura e alla musica.

L'esposizione “Art Decò. Gli anni ruggenti in Italia”, organizzata dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, in collaborazione con il Comune di Forlì, sarà allestita ai Musei San Domenico della città e sarà inaugurata il 10 febbraio 2017, per restare aperta fino al 18 giugno.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?