Dal 18 gennaio 2016 i liberi professionisti europei potranno utilizzare la tessera professionale europea per muoversi liberamente all'interno del mercato europeo. È quanto ha annunciato il vice capo dell'Unità Libera circolazione dei professionisti della Commissione europea, Konstantinos Tomaras, in occasione dell'Assemblea generale del Consiglio europeo delle professioni liberali (Ceplis), che si è svolto a Venezia sotto l'egida di Confprofessioni.

La Tessera professionale europea (nata per incoraggiare la mobilità dei professionisti in Europa, facilitando il riconoscimento delle qualifiche professionali grazie ad un maggiore coinvolgimento delle autorità nazionali e all'uso di procedure elettroniche) doveva essere inizialmente disponibile, dal 2016, per alcune specifiche categorie professionali.

Ora "La Commissione europea – ha aggiunto Tomaras - sta mettendo a punto gli ultimi dettagli tecnici per l'attuazione della Direttiva sulle qualifiche professionali".

La tessera professionale europea, una delle maggiori novità della direttiva 2013/55/UE, non sarà una 'carta fisica', ma la prova elettronica che il professionista ha superato ogni procedura amministrativa e ha ottenuto il riconoscimento della qualifica professionale nel suo Paese d'origine.

Grazie alla tessera, sarà più facile per un professionista trasferire la propria attività in un altro Paese UE, anche solo temporaneamente. In questo modo, si favorirà una maggiore mobilità dei professionisti all’interno dell’UE e una valorizzazione del mercato unico europeo.

La procedura elettronica renderà più semplice ottenere il riconoscimento delle proprie qualifiche. Le autorità del paese di provenienza verificheranno che il fascicolo personale sia completo e aggiornato.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?