Architetture improbabiliIl Centro Arbur d’Arte di Milano, nell’ambito del Salone del Mobile, presenta la mostra dello Studio Nizzoli Architettura dal titolo Architetture improbabili e altre avventure, che resterà aperta dall'11 al 16 aprile 2002.

L’esposizione, che fa seguito a quelle realizzate dalla New York University a New York nel mese di aprile 2001 e dalla Triennale di Milano nel settembre e ottobre 2001, vuole approfondire il lavoro dello Studio Nizzoli Architettura nell’ambito della ricerca con particolare interesse per un design a serie limitata o a pezzo unico concepiti per creare "atmosfere".

Lo studio Nizzoli Architettura viene fondato nel 1995 dagli architetti Domenico Cavallo, Michele Premoli Silva, Gabriele Tosi e Nicola Premoli Silva (ai quali in seguito si sono aggiunti anche Mark Tesler, l’artista Valentina Oliveri e Guillermo Boetsch) e da G. Mario Oliveri, (leader per cinquant’anni delle varie compagini che si sono susseguite all’interno del mitico Studio Nizzoli di Milano).

Gli interessi del gruppo spaziano dall’architettura all’urbanistica, dalla grafica al design cui si affianca un percorso parallelo dedicato ad una ricerca espressiva. Proprio Questa ricerca ha generato alcuni di quegli oggetti o architetture che troveremo come fulcro di questa esposizione.

La mostra, conterrà lampade in diversi materiali (perspex, lamiera forata, ottone forato, acciaio), complementi di arredo (sedie in acciaio specchiato e perspex) fusioni in bronzo, disegni e modelli di "architetture improbabili", progetti che si materializzano sempre con grande attenzione ai fenomeni della percezione sensoriale (al confine tra l'architettura e le altre arti).

Le architetture improbabili sono concepite per approfondire problematiche espressive e progettuali tralasciando i limiti imposti da vincoli sia normativi sia fisici; il Mackintosh Memorial, immaginario colonnato dedicato a Charles Rennie Mackintosh, l’Olimpo, giocato sulla percezione non tradizionale dello spazio architettonico, le Città sull’acqua e lo Skysraper ne sono alcuni esempi.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?