I riflettori sono già puntati su LEGNO&EDILIZIA, l’appuntamento è dal 14 al 17 marzo 2013 a Verona per scoprire il mondo del legno di domani.
Rilanciare il legno di produzione nazionale aggiornando la filiera all'interno di attività allargate che siano in grado di assicurare la regolare manutenzione dei demani forestali pubblici, utile a migliorare le condizioni di sicurezza idrogeologica oltre che le qualità paesistico-ambientali del nostro territorio, il tutto finalizzato alla produzione di legno da costruzione e di energia da fonti rinnovabili con evidenti benefici sul piano ambientale ed economico.

Architettura sostenibile ed eco compatibile Legno e Edilizia 2013Questa è una delle proposte che verrà lanciata in occasione dell'VIII edizione di LEGNO&EDILIZIA, la biennale organizzata da Piemmeti SpA, che darà ampio spazio proprio alle applicazioni del legno in ambito costruttivo. La fiera rappresenta l'evento più significativo per il mondo del legno ed è la prima vetrina delle principali novità legate all'utilizzo di questo materiale eco-tecnologico, sostenibile e naturale, destinato ad assumere un peso preminente nel settore dell'edilizia.

La filiera bosco-legno-energia a km 0 si basa su un processo di trasformazione del legno, dall'albero alla casa finita fino ai mobili, con implicazioni socio-culturali di grande impatto per il territorio, per i professionisti, le imprese e gli artigiani che in esso vivono e lavorano.

Per illustrare gli obiettivi potenzialmente raggiungibili attraverso la politica del legno a Km 0 e dare spazio all'informazione relativa alle soluzioni tecnologiche che sviluppano l'impiego del legno in edilizia, LEGNO&EDILIZIA ha programmato un ricco calendario di meeting tecnici e d'aggiornamento professionale organizzati con la collaborazione di Associazioni, Aziende e Università e la partecipazione di prestigiosi relatori.

In particolare sui temi sopra citati il Consorzio Progetto Legno Veneto e l'Istituto di Tecnologia del Legno Lazzari Zenari hanno articolato una serie di incontri che comprendono anche alcuni momenti di attività formativa per gli operatori del settore e i progettisti.

Il programma, distribuito in quattro giornate, avrà inizio con l'approfondimento delle tematiche inerenti l'uso del legno massiccio all'interno di un convegno che ospiterà gli operatori che rappresentano le aree di provenienza del legno di conifera e del castagno; a seguire si svolgerà un modulo formativo sulla classificazione a vista del legno massiccio con rilascio dell'Attestato.

Il secondo incontro illustrerà i prodotti da costruzione ingegnerizzati dallo Xlam al legno lamellare con il contributo di alcuni produttori italiani , seguirà una sessione di approfondimento sulle colle e le resine per uso strutturale.

Un incontro dedicato a Pavimenti e Rivestimenti, approfondirà ruoli e competenze correlate alle figure professionali coinvolte nel processo di posa di pavimenti lignei illustrando anche le modalità di valutazione della posa e la classificazione a vista di pavimentazioni in legno in relazione alle consuetudini commerciali e alla normativa vigente.

La giornata di venerdì vedrà la convocazione della Tola de la Region, un momento di confronto e discussione sul tema della risorsa legno cui parteciperanno i proprietari forestali, di lavorazione forestale con i boscaioli, di segagione con i rappresentanti delle segherie italiane e della produzione di case di legno. Un ultimo meeting avrà come tema gli imballaggi Industriali; mentre l'ultima giornata di fiera sarà all'insegna della Festa della casa di legno con visite guidate alle case di legno aperte al pubblico e ai professionisti.

Appuntamento quindi a Verona dal 14 al 17 marzo 2013 per conoscere meglio il valore della risorsa-legno, disponibile in grandi quantità, ma spesso non adeguatamente considerata e per approfondire le tecnologie costruttive e i vantaggi che da essa derivano: rapidità d'esecuzione degli edifici, buon isolamento, l'eco-compatibilità, resistenza al fuoco, prestazioni antisismiche, tutti argomenti a favore dell'impiego del legno per le nuove costruzioni, ma anche per la realizzazione di sopraelevazioni, per la realizzazione di ville monofamiliari e tetti in legno "a vista" e di costruzioni a più piani in ambito urbano (social housing) oltre che per impieghi in ambito non residenziale, ad esempio nell'ambito delle attività sportive, nel turismo e nella realizzazione di edifici destinati alle attività produttive.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?