Il luogo icona dell’Esposizione Universale 2015 è il Palazzo Italia (l’unico edificio permanente all’Expo, con un’altezza di 35 metri) rivestito da oltre 750 pannelli di cemento biodinamico, il nuovo materiale sviluppato dal Centro Ricerche di Italcementi.

L'occasione di Expo 2015 ha portato infatti Italcementi a ideare un materiale per l’architettura innovativo e sostenibile: il cemento biodinamico. Un prodotto unico per proprietà e caratteristiche, con cui è realizzata l’intera superficie esterna e le facciate interne che caratterizzano Palazzo Italia.

Italcementi ha confermato, così, il successo internazionale del Padiglione Italiano in cemento trasparente simbolo di Expo Shanghai 2010, giungendo al nuovo cemento biodinamico che caratterizza Palazzo Italia a Expo Milano 2015.

Cemento biodinamico

Il progetto architettonico dello studio Nemesi & Partners ha previsto la realizzazione di una struttura complessa, che richiama le forme di una foresta ramificata.
L’intera superficie esterna e le facciate interne che caratterizzano la piazza dell’edificio sono costituite da pannelli di cemento biodinamico i.active BIODYNAMIC, realizzati con tecnologia Styl-Comp utilizzando il
nuovo materiale concepito in i.lab, il centro della ricerca e dell’innovazione di Italcementi.

Il nome del prodotto racchiude le sue innovative caratteristiche. La componente “bio” è data dalle proprietà fotocatalitiche del nuovo cemento, ottenute grazie al principio attivo TX Active brevettato da Italcementi.
A contatto con la luce del sole, il principio attivo presente nel materiale consente di “catturare” alcuni inquinanti presenti nell’aria, trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog.

DINAMICITA'
La malta, inoltre, prevede l’utilizzo per l’80% di aggregati riciclati, in parte provenienti dagli sfridi di lavorazione del marmo di Carrara, che conferiscono una brillanza superiore ai cementi bianchi tradizionali.
La “dinamicità” è invece una caratteristica propria del nuovo materiale, che presenta una fluidità tale da consentire la realizzazione di forme complesse come quelle che caratterizzano i pannelli di Palazzo Italia.

DURABILITA'
Un’altra caratteristica del prodotto, non meno rilevante ai fini del progetto, è la sua durabilità; infatti la matrice compatta e la ridotta porosità forniscono agli elementi prefabbricati realizzati con i.active BIODYNAMIC un bassissimo assorbimento d’acqua e una significativa resistenza agli agenti atmosferici, come eventi temporaleschi, cicli di gelo e disgelo, etc.
La base del biodinamico è il cemento bianco che esce dagli impianti Italcementi di Rezzato (BS). E’ un cemento che naturalmente non contiene cromo, caratteristica che valorizza ulteriormente la componente “bio” del nome.
Tutte queste scelte vanno nella direzione richiesta dai progettisti dello studio Nemesi, ovvero quella di realizzare un edificio a “Emissioni Zero”.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?