Il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori ha approvato il nuovo "Codice Deontologico" relativo alla professione di Architetto, che è espressione di cultura e tecnica ma che impone anche doveri nei confronti della Società.

Con la riforma delle professioni (D.P.R. 137/2012), e con tutte le relative disposizioni di legge che sono seguite, sono stati fissati alcuni principi che hanno sollecitato una considerevole revisione delle norme deontologiche vigenti, finalizzate al corretto svolgimento della professione.

Il confronto con una qualificata rappresentanza degli Ordini provinciali ed il contributo determinante dei componenti del Gruppo di Lavoro, delegato dalla Delegazione Regionale, ha consentito un'attenta stesura di un Codice Deontologico che può essere definito innovativo, completo e comprensibile per tutti e, principalmente, per i giovani neo-iscritti.

Varia e approfondita è l'articolazione del nuovo Codice deontologico, ben 44 articoli, che spaziano dagli obblighi del professionista nei confronti del pubblico interesse a quelli nei confronti della professione, dall'aggiornamento professionale ai rapporti con il committente e con i colleghi, dal conflitto di interessi alle società tra professionisti.

La nuova versione del Codice è disponibile anche in lingua inglese e francese. In allegato, è disponibile e scaricabile la versione italiana.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?