Il Consiglio di Amministrazione Inarcassa, giusta delibera del 23 ottobre scorso, ha previsto la possibilità per Architetti e Ingegneri di posticipare il pagamento del conguaglio dei contributi previdenziali relativi all'anno 2014.

Il deliberato del Consiglio consente di usufruire di una agevolazione: il saldo del conguaglio dei contributi previdenziali relativi all'anno 2014, previsto per il 31 dicembre 2015, potrà essere versato entro il 30 aprile 2016 con l'applicazione di un interesse dilatorio pari al tasso BCE + il 4,5% applicato ai giorni trascorsi dalla scadenza (31/12/15) alla data effettiva del versamento, come lo scorso anno.

Dal sito Inarcassa viene l'informativa ufficiale: "Chi vorrà usufruire di questa facilitazione, potrà semplicemente generare il bollettino MAV relativo al conguaglio 2014 su Inarcassa On line e versare l’importo corrispondente non oltre il 30 aprile 2016. Il versamento entro il termine indicato non genererà alcuna sanzione e l’importo relativo agli interessi sarà conteggiato insieme alla rata dei minimi 2016 in scadenza a fine giugno, o insieme a uno dei pagamenti successivi."

Nel caso di ritardo del versamento, anche di un solo giorno, rispetto al termine del 30/04/2016, Inarcassa ha ricordato che saranno applicate sanzioni e interessi nella misura prevista a decorrere dall'1 gennaio 2016 al momento del pagamento.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?