Una scultura, un padiglione curvilineo, una struttura iconica e simbolica? No! si tratta di un'altra creazione alla Zaha Hadid: un cartellone pubblicitario.

C'è quasi da non credere, ma chi è a conoscenza che quest'ultima commessa è andata all'arch. Zaha Hadid dalla famosa società JCDDecaux (che in passato si è avvalsa della collaborazione progettuale di altrettanti nomi famosi come Peter Eisenman, Robert Stern, Gae Aulenti, Philippe Starck e Lord Norman Foster), non si è molto stupito.

Ma questa operazione è stata da molti contestata e non piace per niente ai londinesi.
Il cartellone pubblicitario firmato Zaha Hadid dovrebbe sostituire una precedente e alquanto anonima struttura sulla superstrada A4, una delle strade principali e maggiormente trafficate di Londra, che dall'aeroporto di Heathrow conduce in centro città. Si tratta di una viabilità a intenso scorrimento di traffico, e proprio questa è stata la prima obiezione: il pannello scultura sarà una vera distrazione per gli automobilisti.
Altri hanno contestato l'invasione eccessiva del marciapiede e, proprio per i pedoni, la eliminazione in quel tratto della pubblica illuminazione, con riduzione della sicurezza nelle ore notturne.

In ogni caso si tratta di un nuovo genere di cartellone pubblicitario. E' descritto, infatti, come una "struttura a doppio nastro unico", che ospiterà un grande unico schermo di pubblicità digitale. Dovrebbe essere realizzato in metallo con fasce di torsione di lamiera spessa, ma con una finitura opaca per ridurre i riflessi di luce del sole e dai fari dei veicoli.

E' una scultura sperimentale che vuole creare un nuovo genere pubblicitario. E infatti così si legge nel comunicato stampa diffuso dallo studio Zaha Hadid: "La forma prevede un involucro che come un nastro si attorciglia attorno a un display luminoso nel quale verrà proiettata la schermata pubblicitaria (di un noto marchio di orologi), andando oltre il tradizionale formato pubblicitario rettangolare."

Arch. Graziella Surico
Immagini da Zaha Hadid Architects via Dezeen

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?