Appalti sotto sogliaIl Consiglio di Stato, con la sentenza n.505 del 30 gennaio 2002, stabilisce che per gli appalti sotto soglia non sono più escluse le società di ingegneria, anche se l’articolo 17 comma 4 della Legge 11/2/94 n. 109 (Legge Merloni) così come modificata dalla Legge 18 novembre 1998 (Merloni ter), stabilisce che “le società di ingegneria e di professionisti nonché i raggruppamenti temporanei costituiti da questi soggetti possono essere affidatarie di incarichi di progettazione soltanto nel caso in cui i corrispettivi siano stimati di importo pari o superiore a 200.000 ECU, salvo i casi di opere di speciale complessità e che richiedano una specifica organizzazione”.



Questa disposizione che intendeva escludere le società più grandi e organizzate dalla possibilità che gli venissero affidati incarichi di progettazione per un importo inferiore alle 200.000 ECU veniva giustificato dal fatto che il legislatore aveva voluto tutelare l’accesso al mercato anche a piccole strutture professionali.



Tuttavia, nonostante questa considerazione di fondo, la legittimità di questa previsione ha incontrato numerose perplessità e riserve. Infatti pronunce di giudici amministrativi hanno rilevato il contrasto della norma in esame con gli articoli del trattato dell’Unione Europea che sanciscono i principi della libera concorrenza e della libera prestazione dei servizi.



I giudici hanno concluso per l'obbligo di disapplicazione delle clausole dei bandi di gara che, applicando la norma nazionale contestata, vietavano la partecipazione delle società di ingegneria alle gare sotto soglia (Tar Molise, 10 agosto 1999. n. 432; Tar Piemonte, 8 giugno 2000,.n. 651).



Da ultimo la sentenza del Consiglio di Stato ha sancito definitivamente l’obbligo di disapplicare tale disposizione non solo a carico dei giudici che si trovino a doversi pronunciare su questa questione, ma anche a carico delle pubbliche amministrazioni che non dovranno più inserire nei bandi di gara la clausola di tale esclusione per non incorrere in una valanga di ricorsi.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?