Alcuni dirigenti di uffici tecnici comunali ci hanno scritto, rispondendo al nostro articolo di lunedì scorso, e ci hanno garantito di voler applicare i nuovi parametri ai prossimi bandi di gara, dichiarando che le Amministrazioni cui appartengono sono "corrette".

A tale scopo riportiamo l'articolato del Decreto Ministero Giustizia 17.6.2016, pubblicato n G.U. il 27.7.2016, e le tabelle ad esso allegate.

Va comunque evidenziato che che non c'è variazione nelle Tabelle di riferimento rispetto al vecchio decreto n.143 del 2013.

L'assurda e inconcepibile "novità sostanziale" è determinata dal fatto che non vi è l'obbligo delle stazioni appaltanti di utilizzarle e porle a base delle gare di appalto dei servizi di architettura e ingegneria.

Il DM del 17 giugno 2016

Art. 1 - Oggetto e finalità
Il nuovo decreto approva le tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni e delle attività di progettazione e alle attività di cui al "codice dei contratti pubblici", art. 31, comma 8, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.
Specifica che il corrispettivo è costituito dal compenso e dalle spese ed oneri accessori, ma dispone che i corrispettivi possono essere utilizzati dalle stazioni appaltanti, ove motivatamente ritenuti adeguati, quale criterio o base di riferimento ai fini dell’individuazione dell’importo dell’affidamento.

Art. 2 - Parametri generali per la determinazione del compenso
Per la determinazione del compenso si applicano i seguenti parametri:
parametro «V», dato dal costo delle singole categorie componenti l’opera
parametro «G», relativo alla complessità della prestazione
parametro «Q», relativo alla specificità della prestazione
parametro base «P», che si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera

Art. 3 - Identificazione e determinazione dei parametri
1. Il parametro «V» definito quale costo delle singole categorie componenti l’opera, è individuato sulla base del preventivo di progetto, o sulla base del consuntivo lordo nelle fasi di direzione esecutiva e collaudo e, ove applicabili, sulla base dei criteri di cui alla tavola Z-1 allegata; per le prestazioni relative ad opere esistenti tale costo è corrispondente all’importo complessivo delle opere, esistenti e nuove, oggetto della prestazione.
2. Il parametro «G», relativo alla complessità della prestazione, è individuato per ciascuna categoria e destinazione funzionale sulla base dei criteri di cui alla tavola Z-1 allegata.
3. Il parametro «Q», relativo alla specificità della prestazione, è individuato per ciascuna categoria d’opera nella tavola Z-2 allegata facente parte integrante del presente decreto.
4. Il parametro base «P», applicato al costo delle singole categorie componenti l’opera sulla base dei criteri di cui alla Tavola Z-1 allegata, è dato dall’espressione: P=0,03+10/V0,4
5. Per importi delle singole categorie componenti l’opera inferiori a 25.000 euro, il parametro «P» non può superare il valore del parametro «P» corrispondente a tale importo.

Art. 4 - Determinazione del compenso
Il compenso «CP» è determinato dalla sommatoria dei prodotti tra il costo delle singole categorie componenti l’opera «V», il parametro «G» corrispondente al grado di complessità delle prestazioni, il parametro «Q» corrispondente alla specificità della prestazione distinto in base alle singole categorie componenti l’opera e il parametro base «P», secondo l’espressione che segue:
CP= sommatoria(V×G×Q×P)

Art. 5 - Spese e oneri accessori
L’importo delle spese e degli oneri accessori è stabilito in maniera forfettaria:
- per opere di importo fino a euro 1.000.000 di euro è determinato in misura non superiore al 25% del compenso;
- per opere di importo pari o superiore a 25.000.000 euro è determinato in misura non superiore al 10 % del compenso;
- per opere di importo intermedio, in misura non superiore alla percentuale determinata per interpolazione lineare.

Art. 6 - Altre attività
Per la determinazione del corrispettivo a base di gara per prestazioni complementari non ricomprese nelle tavole allegate, si fa ricorso al criterio di analogia con le prestazioni comprese nella tavole allegate.
Per determinare i corrispettivi a base di gara per altre prestazioni non determinabili ai sensi del comma 1, si tiene conto dell’impegno del professionista e dell’importanza della prestazione, nonché del tempo impiegato, con riferimento ai seguenti valori:
a) professionista incaricato, euro/ora da 50,00 a 75,00;
b) aiuto iscritto: euro/ora da 37,00 a 50,00;
c) aiuto di concetto: euro/ora da 30,00 a 37,00.

Art. 7 - Specificazione delle prestazioni
Le prestazioni si articolano nelle seguenti fasi, come specificate nella tavola Z-2 allegata al decreto:
a).pianificazione e programmazione
b).attività propedeutiche alla progettazione
c).progettazione
d).direzione dell’esecuzione
e).verifiche e collaudi
f).monitoraggi

Le prestazioni attengono alle seguenti categorie di opere, come specificate nella tavola Z-1 allegata al decreto:
a).edilizia
b).strutture
c).impianti
d).infrastrutture per la mobilità
e).idraulica
f).tecnologie della informazione e della comunicazione
g).paesaggio, ambiente, naturalizzazione, agroalimentare, zootecnica ruralità, foreste
h).territorio e urbanistica

Art. 8 - Classificazione delle prestazioni professionali
La classificazione delle prestazioni professionali relative ai servizi di cui al presente decreto è stabilita nella tavola Z-1 allegata, tenendo conto della categoria d'opera e del grado di complessità, fermo restando che gradi di complessità maggiore qualificano anche per opere di complessità inferiore all'interno della stessa categoria d'opera.

Art. 9 - Entrata in vigore
1. Il presente decreto entra in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 17 giugno 2016

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?