Possibile che il ministro Franceschini non abbia ancora risposto ad una lettera-denuncia così forte e precisa degli Architetti Italiani contro una nomina alquanto strana, espletata da una Commissione ad hoc che avrebbe utilizzati una serie di criteri di valutazione definiti, ex post?

Dopo 10 giorni dall’invio della missiva del presidente del Consiglio Nazionale Architetti, Giuseppe Cappochin, inviata al Ministero dei beni Culturali per l’assurda nomina di un Ingegnere a Sovrintendente Speciale aree Sisma Centro Italia, non ci è dato di sapere se ci sia stata alcuna risposta.

Anche dalla stampa nulla emerge. Tutto tace.

Eppure Giuseppe Cappochin è stato fin troppo esplicito nel denunciare un fatto cosi' increscioso: “Appare inconcepibile - si legge nella lettera - che un Ministero, che dovrebbe tutelare e garantire messa in sicurezza, consolidamento e restauro di beni culturali affidi tali attività a ingegneri che non posseggono le adeguate competenze professionali che sono, invece, proprie della figura di architetto”.

Ormai lo sanno anche le pietre che “le opere di edilizia civile che presentano carattere artistico ed il restauro e il ripristino degli edifici contemplati dalla legge 20 giugno 1909, numero 364, per l’antichità e le belle arti, sono di spettanza della professione di Architetto”, e che soltanto la relativa parte tecnica può essere compiuta tanto da un architetto quanto da un ingegnere.

"Parte tecnica - si leggeva ancora nella lettera del Consiglio Nazionale Architetti - che risulta del tutto residuale poiché le ulteriori lavorazioni strutturali ed impiantistiche rientranti nell’edilizia civile propriamente intesa necessitano sempre e comunque della verifica professionale dell’architetto”.

Ma evidentemente anche chi è preposto al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, nonostante abbia un curriculum alquanto interessante, non ha alcun riguardo verso una professione di alto livello, che ancora oggi continua ad essere apprezzata in tutto il mondo.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?