La cartografia catastale italiana, fornita dall'Agenzia delle Entrate, si inserisce nel sistema del programma europeo Copernicus, usato per monitorare costantemente la superficie dell’intero pianeta per mezzo di satelliti artificiali.

Da qualche giorno infatti, è stato reso noto dall'Agenzia, il programma ha iniziato a usare le mappe catastali italiane per catalogare gli edifici danneggiati dal terremto, come i Comuni di Visso e Castelsantangelo sul Nera della Provincia di Macerata.

La scelta è ricaduta sulla banca dati dell’Agenzia in quanto cartografia ufficiale a grande scala, costantemente aggiornata ed immediatamente disponibile sull’intero territorio nazionale, anche attraverso servizi di interoperabilità tra le Pubbliche amministrazioni.

Uno dei principali obiettivi del Programma Copernicus è quello di supportare la gestione delle emergenze nelle prime ore successive a un evento calamitoso, rendendo disponibili le mappe che riportano i danni agli edifici danneggiati.
Dopo i recenti terremoti, il Dipartimento della Protezione Civile ha attivato questo servizio della Comunita’ Europea anche per il rilievo del danno sismico.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?