Al MAXXI è ancora visibile, fino al 26 febbraio prossimo, la mostra “The Japanese House. Architettura e vita dal 1945 a oggi.”

Il Museo nazionale delle arti del XXI secolo (MAXXI), con Japan Foundation di Tokyo hanno organizzato la mostra che racconta l’importanza del progetto della casa in Giappone attraverso il lavoro di archistar come Kenzo Tange, Toyo Ito, Kazuyo Sejima e Shigeru Ban, e dei loro maestri meno conosciuti in occidente come Shirai, Shinohara, Sakamoto e di giovani straordinariamente promettenti.

La mostra presenta gli aspetti essenziali della casa giapponese, rivelando la ricchezza espressiva dei progetti e la loro capacità di creare sempre una inattesa armonia tra uomo, edificio e contesto. Convivenza tra tradizione e innovazione architettonica, tra natura e artificio, materiali antichi e tecnologicamente evoluti: lo spazio domestico è la chiave d’accesso all’intera cultura metropolitana del Giappone di oggi.

Due giorni fa c’è stata anche la lectio magistralis dell’archistar Toyo Ito.
L’auditorium era tutto pieno di ascoltatori attenti che ritengono Toyo Ito uno dei più grandi architetti del mondo.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?