Per dare possibilità ai professionisti di competere sul mercato nazionale ed internazionale risulta urgente dare sostegno alle attività libero professionali così come si fa con le imprese.

Finalmente è giunta a questa considerazione anche la Commissione Europea durante l'incontro dello specifico Gruppo di Lavoro svoltosi due giorni fa a Bruxelles.

Lo ha dichiarato Gaetano Stella, presidente di Confprofessioni, che rappresenta la confederazione nazionale delle libere professioni, dopo aver partcipato all'evento: "nell'ambito delle politiche di sostegno all'imprenditoria, le professioni potranno accedere a forme di incentivi fino ad ora previste solo per il mondo delle imprese, quali ad esempio il Fondo Sociale Europeo o i programmi Erasmus rivolti ai più giovani".

La direzione generale del Mercato Unico studia, quindi, la possibilità di estendere ai professionisti gli incentivi previsti per le Piccole e Medie Imprese (PMI).

E' chiaro, però, che il Governo in questi momenti ha ben altri problemi più urgenti da affrontare, ma da più parti si ritiene invece importante (stante anche il perdurare della crisi che ha colpito pesantemente anche i liberi professionisti) che vengano attuate alcune misure mirate per tutti i liberi professionisti.

Arch. Francesca Giara

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?