Nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia (n.166 del 17 dicembre 2013) è stato pubblicato il regolamento regionale n. 26 del 9 dicembre 2013 che ha come finalità precipua la tutela ed il miglioramento della qualità delle acque superficiali e sotterranee del territorio regionale, in funzione del rispetto degli obiettivi di qualità individuati nel Piano di Tutela delle Acque della Regione Puglia.

Risulta obbligatorio il riutilizzo delle acque meteoriche di dilavamento finalizzato alle necessità irrigue, domestiche e industriali, tramite la realizzazione di appositi sistemi di raccolta, trattamento ed erogazione, previa valutazione delle caratteristiche chimico-fisiche e biologiche per gli usi previsti.

L'obbligo di riutilizzo vige per i nuovi edifici, ma qualora ne risulti l'impossibilità tecnica, si può presentare una idonea relazione redatta d tecnico abilitato da allegare all'istanza per il rilascio dell'autorizzazione.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?