Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n. 148 del 27 giugno) del Decreto legge n. 87/2012, parte anche quanto previsto dall'art.3 in merito alla "incorporazione dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato nell’Agenzia delle dogane e dell’Agenzia del territorio nell’Agenzia delle entrate, nonché la decadenza dei relativi organi".

Accorpamento Agenzia Territorio a quella delle EntrateLe relative disposizioni saranno effettuate, però, con l'entrata in vigore della legge di conversione del provvedimento a seguito delle varie Commissioni in Senato.
Nella relazione di accompagnamento al decreto si legge che la proposta (così come esplicitato nell'art.4) rientra nel piano delle misure che nel loro insieme dovrebbero garantire risparmi per più di 5 miliardi entro il 2012 e circa 16 miliardi dal 2013, al fine di scongiurare l'incremento dell'Iva.

Il Decreto del Governo Monti prevede quindi la soppressione dell'Agenzia del Territorio, ma tutti i liberi professsionisti tecnici nazionali hanno già espresso dissenso e notevoli perplessità.

Il presidente del CNI, Armando Zambrano, ha espresso la sua preoccupazione inviando una nota al premier Mario Monti per chiedere di tutelare tale Agenzia. "L'Agenzia del Territorio – ha commentato Zambrano - è un organismo pubblico che ha svolto con efficacia ed in sinergia con i liberi professionisti i suoi compiti di erogazione di servizi catastali, cartografici e di pubblicità immobiliare e va tutelato anche in considerazione dei tantissimi tecnici che lavorano al suo interno, conseguendo ottimi risultati".

E anche i geometri nazionali, pur dichiarandosi favorevoli ai processi di semplificazione messi in atto dal Governo come elemento indispensabile per il superamento della crisi, hanno espresso forte preoccupazione per la previsione di soppressione dell'Agenzia del Territorio.
"Il nostro modello di Catasto è un fiore all'occhiello del paese. Si tratta di una realtà determinante che assicura l'aggiornamento costante delle nostre banche dati catastali e garantisce indirizzi adeguati per ottenere una corretta inventariazione, per una equa fiscalità e per la conoscenza e la gestione del territorio" ha dichiarato Fausto Savoldi, Presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, esprimendo in tali termini la preoccupazione di tutta la Categoria nei confronti della previsione di soppressione dell'Agenzia del Territorio .

Arch. Alessandra Agrimoni
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?