Matera, capitale europea della cultura per il 2019, continua il suo intenso programma per costruire un vasto piano di attività capace di raccogliere le migliori pratiche europee e accompagnare il consumatore in un percorso emozionalmente coinvolgente tra Lighting Design, cultura della Luce, innovazione tecnologica e produzione di alta qualità.

A fine anno, come da comunicato, si è costituita a Matera la prima sede distaccata dell’Accademia Internazionale della Luce, l’associazione no-profit, con sede nazionale a Umbertide (Pg), che nel corso degli ultimi anni ha stretto legami importanti con la città dei Sassi.

L’arrivo del 2015, dichiarato dall’Onu anno internazionale della luce, è sicuramente il momento più propizio per l’inaugurazione dell’esperienza materana. Esperienza che trova le sue ragioni in una fitta rete di relazioni che l’Accademia, da tempo, ha instaurato con la città di Matera, una città e un territorio dove, giorno dopo giorno, convivono innovazione, sostenibilità e tradizione, senza traumi né contraddizioni.

Già nel marzo scorso l’Accademia ha promosso l’evento “Emozioni di Luce”. Protagonista assoluto Vittorio Storaro, maestro di cinematografia, direttore della fotografia di fama internazionale, tre volte premio Oscar e presidente onorario dell’Accademia. A maggio l’associazione ha organizzato, sempre nella città dei Sassi, un corso di formazione in collaborazione con l’ordine degli ingegneri e quello degli architetti con un relatore d’eccezione: il professor Piergiorgio Capparucci, docente di Light design presso l’accademia di Belle Arti di Macerata.

Sensibilizzare e diffondere la cultura della luce come forma di energia per la vita quotidiana e risorsa artistico-culturale sono gli obiettivi del nuovo gruppo dell’Accademia Internazionale della Luce che, pur assumendo piena autonomia, si impegna a sottoscrivere e rispettare lo statuto dell’Accademia della Luce che ha come mission "diffondere e sviluppare attraverso la formazione e l’aggiornamento tecnico professionale, la cultura della luce applicata al mondo dello spettacolo e ai beni culturali".

L’associazione è aperta a tutti coloro che per professione e/o per passione sono interessati alla luce e alla sua cultura e che si riconoscono nella definizione di luce come energia eco-sostenibile e come patrimonio culturale da diffondere e da difendere.

Soci Fondatori

Mino Dell’Omo (Presidente), Emanuele Frascella, Nicola Rizzi, Carlo Iuorno, Maria Luisa Montemurro, Sante Lomurno, Luigi Bubbico, Giusy Dezio, Giuseppe Mitarotonda, Livianna Bubbico

Delegati Consiglio nazionale

Mino Dell’Omo, Emanuele Frascella

Direttivo

Nicola Rizzi (Segretario), Mino Dell’Omo, Carlo Iuorno, Emanuele Frascella, Giusy Dezio, Livianna Bubbico

L’Accademia Internazionale della Luce

L’Accademia Internazionale della Luce, associazione culturale no-profit, con sede a Umbertide (Pg) e Matera, nasce da un progetto inedito per l’Italia. Ha lo scopo di promuovere e diffondere la “Cultura della Luce”, in tutti i suoi campi di applicazione nel settore illuminotecnico, proponendo seminari di studio, workshop di specializzazione professionale e corsi di formazione. L’ordinamento degli studi prevede discipline teoriche e operative di grande attualità con particolare attenzione all’uso delle nuove tecnologie. La didattica messa in campo durante i corsi organizzati dall’Accademia Internazionale della Luce, ha un carattere prevalentemente pratico con lo scopo di favorire la sinergia fra processi conoscitivi, processi formativi e sviluppo tecnologico.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?