Il Senato della Repubblica, con 189 voti favorevoli ha approvato, rimandandolo alla Camera, il Ddl recante disposizioni per la razionalizzazione delle competenze in materia di demolizione di manufatti abusivi.
L’Aula di Palazzo Madama ha approvato la proposta di legge, presentata da Ciro Falanga (FI), "Disposizioni in materia di criteri di priorità per l’esecuzione di procedure di demolizioni di manufatti abusivi".

Si tratta quindi di ufficializzare una gerarchia (però con ben 11 categorie di intervento) nell'abbattimento dei manufatti irregolari - che per alcuni è sembrata un'azione subdola per attuare una non dichiarata sanatoria mascherata - ma sono stati proprio tutti i senatori del PD, dopo un confronto interno al partito, ad esprimere parere favorevole nonostante le prime opposizioni subito espresse dagli ambientalisti ed altri partiti.

Alcuni dicono addirittura che sorride Ciro Falanga, iniziatore del provvedimento che così si è espresso: "Esprimo grande soddisfazione, quale autore del provvedimento di legge e primo firmatario, per essere riuscito a sensibilizzare l'Aula del Senato su un tema così delicato per tantissime famiglie della regione Campania."

Secondo Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera, il provvedimento potrebbe rende più difficile la lotta contro l'abusivismo edilizio in Campania e quindi ha esplicitamente dichiarato: "alla Camera non passerà mai".

Ma in una nota firmata dai membri del Pd in commissione ambiente (Casson, Lumia, Capacchione e Cuomo) si legge: "E' bene sottolineare che il provvedimento approvato disciplina i criteri di priorità che i pubblici ministeri adottano per l'esecuzione delle procedure di demolizione di opere abusive. E' del tutto infondata la posizione di coloro che sostengono che questi criteri possano favorire differimenti nell'abbattimento delle seconde case, confondendo le proprietà immobiliari con le soluzioni abitative".

Arch. Maria Renova

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?