Una giuria internazionale di dieci donne decreta la progettista vincitrice dell'ArcVision Prize-Women and architecture, il premio di architettura dedicato alle donne e istituito dal gruppo Italcementi nel 2013.

Il nome viene svelato oggi presso l’i.lab di Bergamo, il centro ricerca e innovazione di Italcementi.

Sono ventidue le finaliste in gara, provenienti da 17 paesi di tutto il mondo, selezionate tra una quarantina di progettiste segnalate da un gruppo internazionale di advisor.

L'ArcVision Prize vuole premiare idee e progetti innovativi, sostenibili e sociali - aveva spiegato il consigliere delegato di Italcementi Carlo Pesenti, presentando l'edizione 2015 - orientati alla bellezza e alla funzionalità del costruire e dell'abitare".

Oggi viene assegnato anche un premio speciale a Paula Nascimiento, progettista del padiglione dell'Angola a Expo 2015, nota anche per la partecipazione alla Biennale Architettura di Venezia con il progetto "Beyond Entropy", un’installazione a grandezza naturale che presentava un nuovo modello urbanistico per la capitale Luanda.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?